domenica 30 gennaio 2011

C'è Maiale e Maiale!!!



Con questo post partecipo, altamente indignata, all'iniziativa partita da un gruppo di Blogger capitanate da Norma Carpignano http://merendasinoira.wordpress.com/ Andate a leggere cosa scrive Norma nel suo blog, io vi lascio la mia ricetta , un must della cucina mantovana: il signor "risotto con le salamelle".

Ingredienti (per 4 persone):

Di solito mi regolo con i bicchieri: faccio 3 bicchieri di riso (vialone nano o carnaroli)
che corrispondono a circa 6 etti 6, ( i miei bicchieri) altrettanta salamella, salvia e rosmarino, vino bianco. E questo è tutto, nel senso che io non uso condimenti di nessun tipo in quanto le salamelle durante la cottura rilasciano il loro grasso. In questo modo il risotto risulta molto più leggero e ci può scappare anche il secondo piatto....

Procedimento

La "difficoltà" sta tutta nel seguire il procedimento, tempi e modi di cottura ma se leggete attentamente alla fine non c'è niente di "difficile".
Mettere in un tegame la salamella spezzettata a mano e farla rosolare senza niente a fuoco allegro ma non troppo. Far sfumare con un mezzo bicchiere di vino bianco , abbassare il fuoco, aggiungere salvia e rosmarino e mettere il coperchio. Cuoce in circa mezz'oretta.
20' /25' prima di mangiare preparare l'acqua di cottura: in una bella pentola con un buon fondo far bollire
tanti bicchieri di acqua quanti ne avete preparati di riso dunque per 3 bicchieri di riso , 3 di acqua , chiaro no? Si, mettete anche un pò di sale.
Ecco, buttate il riso!!! Mescolare poi avvolgere il coperchio in 2 strofinacci, coprire e contare 10 minuti esatti,
fuoco altino! Passato questo tempo spegnere il fuoco e senza mai aprire il coperchio mai, contare altri 10 minutti esatti (che alchimie vero??). Ecco adesso si può aprire, anzi dovete aprire per aggiungere il pesto di salamella che nel frattempo si sarà cotto a dovere, sentite il profumino? Mescolate, mescolate e aggiungete una generosa porzione di formaggio grana e .....buon appetito! Il risotto si presente bello sgranato e perfino il contrasto cromatico è invitante!

Qualche considerazione....da noi si usano proprio queste dosi nel senso che la salamella deve essere lo stesso peso del riso, perchè si deve sentire per bene, insomma deve essre ben condito. Inoltre in tanti mettono il burro o addirittra il lardo della pancetta per cuocere il pesto di salamella...vedete voi, come dicevo in questo modo ci si può permettere anche un secondo piatto e risulta più digeribile. Ultima chicca: se volete presentare un piatto unico cuocete a parte anche qualche costina di maiale o braciola da adagiare sul risotto al momento di portarlo in tavola con tanto di sughino e rami di rosmarino intrisi di poccio...una gouduria!!!
Questa, Siori e Siore, è la mia ricetta del risotto alla Pilota con o senza Puntel (la costina).
Scusate la foto ,è venuta....una maialata!!!

3 commenti:

merendasinoira ha detto...

anche la foto partecipa ahahah
il risotto alla pilota è un nostro ottimo ricordo di Mantova! (con altre prelibatezze)

MariCrea ha detto...

grazie...anche se come immaginavo qua nel mondo delle bloggers creative non c'è molta partecipazione!
Mari

le gioie di Fausta ha detto...

non cè niente di meglio del nostro risotto mantovano!!!!