venerdì 21 novembre 2008

Lievito nature anch'io!


Pane di tutti i giorni (ri-utilizzo del rinfresco)
Ho sperimentato da qualche mese la "pasta madre" e ormai devo dire che si trova così bene nel mio frigo che è quasi una di casa. Devo dire che metterla in cantiere non è stato facile, quanti esperimenti falliti! Ma io sono una che non si arrende anche perchè ne avevo assolutamente bisogno dato che in quel periodo ero intollerante al lievito di birra e quindi.. niente pane, pizza o altri livitati che contenessero questo lievito. L'unica alternativa per non rinunciare a una parte così importante della mia alimentazione era proprio la famosa pasta madre.....e allora è iniziata la ricerca nel web di siti, blog che mi spiegassero bene come fare e devo dire che tutte le indicazioni ricevute, i forum, i vostri blog mi hanno veramente aiutato! Adesso ho in firgo un bel vaso di pasta madre che rinfresco ogni 3/4 giorni secondo le necessità con le stesse modalità che sono note a tutti : per un tot di pasta faccio un rinfresco con altrettanta farina e con la metà di acqua, impasto velocemente e via , direttamnte nel frigo! Non so se è giusto così, ma mi viene da Dio! Poi, come ho letto da qualche parte, lo scarto del rinfresco lo dimentico per un pò in un'altra zuppiera, giusto per non buttarlo e quando ne ho una giusta quantità ( raggiunta con più di uno scarto) lo utilizzo aggiungendo un terzo di farina, acqua e sale. Ho sempre un pane da fare per qualcuno, ricevere in regalo una copiona di pane è una meraviglia no? Oppure per la mia bambina che adesso studia lontano da casa, vuoi che cuore di mamma non le prepari proprio il pane?

700gr. di pasta madre(lo scarto)
300 gr. farina 0
200 gr. circa di acqua
sale q.b. (mizzica io me lo sono dimenticato)

Impasto velocemente poi lo lascio lieviatre davvero molto, tipo 6 ore a temperatura ambiente (con la pasta madre ho imparato che non si deve avere fretta) lo riprendo, lo sgonfio un pò, gli do la forma del salamone e lo lascio lì ancora un oretta in forno a 30°....poi inforno. Con il mio forno faccio 175° per 55'. La foto non è un gran chè...anzi sono io che non sono un gran chè come fotografa!

4 commenti:

Milla ha detto...

Ciao e benvenuta nel mondo dei blogfooder, anche io sono una neofita, il mio blog ha appena tre mesi! Comunque mi sembra che sei partita alla grande. In bocca al lupo!!

ps: vorrei cimentarmi anche io con la pasta madre se hai qualche link da consigliarmi dove reperire notizie te ne sarei grata!!

Caralulù ha detto...

Grazie del benvenuto, come vedi sono ancora indietro in tante cose, il mio blog è ancora un pò scarno....però ti posso dare la dritta per il lievito naturale:io per andare sul sicuro sono andata su Cookaround.com dove le sorelle Simili illustrano benissimo e spiegano in modo molto chiaro come iniziare a produrre e a rinfrescare la pasta madre.Ci vuole un pò di pazienza, perchè la pasta sia attiva al punto giusto per panificare occorre un mesetto buono ma ne vale la pena, il pane è molto più digeribile, il gusto fantastico.Ti consiglio di provare poi mi saprai dire a presto luisa

Simo ha detto...

Mannaggia, io e la pasta madre proprio non ci capiamo, grrrrrrr

Caralulù ha detto...

Simo, no! Appena ho un attimo vedo di postare la mia versione...che se ci sono riuscita io!Ma cosa è che non va? non si attiva, non parte, non riesci a "rinfrescare"?Prova a dirmi, a presto Luisa